mercoledì 30 aprile 2014

La "mise en place".

Per i più profani potrebbe addirittura sembrare un'inutile messa in scena; in realtà permette di evitare il caos più totale!!! E lo dico per esperienza!!
Ammetto di aver capito l'importanza della "mise en place" soltanto con il tempo, a forza di spadellare davanti ai fornelli; per questo ho deciso di dedicare questo post a tutti coloro che hanno la nostra stessa passione e sono alle prime armi!!!
Il termine "mise en place" indica la disposizione su un piano di lavoro di tutti quegli ingredienti che, una volta utilizzati e rielaborati, andranno a comporre la nostra ricetta.
Questa la teoria ma...come si procede?
Il primo consiglio è quello di leggere la ricetta che volete riprodurre.
Poi procedete lavando tutti gli ortaggi, la frutta e/o la verdura secondo le quantità necessarie, disponendo il tutto in ciotole di varie dimensioni.
Allo stesso modo pesate e sistemate la farina, l'olio, il vino, lo zucchero, il sale, l'acqua e/o il latte, così come da ricetta.
Pesce e carne, in particolare, dovranno essere puliti e tagliati utilizzando coltelli e taglieri pulitissimi così da evitare inopportune contaminazioni, poi riposti in frigorifero coperti con pellicola trasparente.
A questo punto, preparati tutti gli ingredienti indicati in ricetta, potrete procedere con l'elaborazione e l'assemblaggio degli stessi.
Il vantaggio principale della "mise en place" consiste nell'accertarsi di avere tutto il necessario per cucinare anche al fine di evitare errori e dimenticanze.
Posso consapevolmente aggiungere che una corretta "mise en place" permette addirittura di ridurre i tempi complessivi di realizzazione di una ricetta.
Ora non vi resta che provare!!
Ordine, organizzazione e pulizia sono ingredienti fondamentali di una ricetta...non sottovalutateli!!!
Alla prossima, Elena